NEWS

News

IBSA Next Gen Cup, i prospetti più interessanti da seguire

IBSA Next Gen Cup, i prospetti più interessanti da seguire

Ecco alcuni dei giovani talenti che saranno protagonisti alla Vitrifrigo Arena

Tra i tanti talenti pronti a mettersi in mostra nella kermesse di Pesaro per la IBSA Next Gen Cup ce ne sono alcuni da tenere maggiormente d’occhio. Nella foto Nicola Berdini dell'Umana Ryer Venezia.

 

Filippo Galli

2004 - 195 cm - Vanoli Young Cremona - Guardia

Filippo Galli è uno dei protagonisti più attesi del torneo. La guardia classe 2004 è in una fase ascendente della sua giovane carriera e la IBSA Next Gen Cup è l’occasione migliore per confermare la recente crescita e i continui miglioramenti. Nella stagione corrente e nei minuti messi a disposizione da coach Galbiati in prima squadra, ha fatto intravedere flash di puro talento molto promettenti. La partita contro l’A|X Armani Exchange Milano ne è l’esempio più lampante: 7 punti in 25 minuti sul parquet con 3/3 dal campo. Gallo è un tiratore mancino che sa anche trovare i compagni con continuità. In difesa ha un’apertura di braccia fuori dal comune e questa caratteristica lo rende un abile ruba palloni. Fisicamente è ancora esile, ma la struttura promette bene. Inoltre, offensivamente è un giocatore molto versatile e che può ricoprire sia lo spot di 1 e 2, se non addirittura quello di 3 all’occorrenza.

Alessandro Naoni

2003 - 192 cm - Germani Brescia - Guardia

La Leonessa Brescia potrà contare su uno dei migliori giovani dell’intera Serie B: Alessandro Naoni, guardia classe 2003, nato e cresciuto nella stessa Brescia e che oggi sta maturando esperienza alla Falconstar Monfalcone, sarà a disposizione di Coach Baltieri per la competizione. Naoni è dotato di un’esplosività e di un atletismo molto difficili da trovare a quest’età, con una forza nelle gambe che gli consente di essere particolarmente efficace in penetrazione. In stagione sta tirando con il 43% dal campo e il 32% da dietro l’arco, ma oltre le percentuali quando è in campo si avverte subito che l’energia della squadra inizia a salire di giri. Il dynamic-duo formato da lui e Bertini sarà quello sul quale si fonderà l’intero sistema bresciano.

Nicolò Virginio

2003 - 206 cm - Pallacanestro Varese Academy - Ala

Nicolò Virginio è uno dei prospetti più interessanti del panorama nazionale. Il classe 2003 ha una tecnica inusuale per un 206 cm, e grazie alla sua abilità di allargare il campo e di creare dal palleggio è uno dei giocatori più versatili della sua generazione. Il tiro è fluido e il tocco anche nei pressi del ferro è decisamente rimarchevole. Virginio ha avuto anche la possibilità di mostrare una parte del suo potenziale in prima squadra e con minuti importanti Serie A. Tuttavia, la maggior parte della stagione l’ha passata alla Robur et Fides Varese, in Serie B, dove ha fatto registrare 10 punti e 7 rimbalzi per partita.

Giorgio Franceschi

2005 - 193 cm - Virtus Segafredo Bologna - Guardia

Dopo poco meno di un anno passato alla prestigiosa DME Academy (USA), Giorgio Franceschi è tornato in Italia ad indossare la maglia della squadra che l’ha cresciuto: la Virtus Segafredo Bologna. Franceschi è una guardia tiratrice di 193 cm con un notevole margine di miglioramento sul piano fisico, date le spalle larghe e braccia lunghe. Il rilascio di tiro è pulito e poco macchinoso, oltre ad avere un’ottima velocità d’esecuzione. Buona anche la sua visione di gioco, specialmente nelle situazioni di transizione in cui la sua capacità di leggere le difese e premiare i compagni si esaltano.

Lionel Abega

2004 - 189 cm - A|X Armani Exchange Milano - Guardia

Lionel Abega sarà uno dei giocatori più divertenti da vedere. Il camerunense classe 2004 in estate è passato all’Urania Milano con cui sta giocando il campionato di Serie A2. Al livello giovanile, il suo strapotere fisico e atletico non può essere contrastato. Abega è un gran atleta in penetrazione che fa della sua forza muscolare e dell’energia i tratti fondamentali del suo gioco. Può ancora migliorare dal punto di vista delle letture, anche se l’esperienza che sta facendo in A2 lo sta aiutando molto sotto questo punto di vista. In difesa sa essere aggressivo e grazie ai mezzi fisici potrà essere decisamente un fattore per la sua A|X Armani Exchange.

Alfredo Boglio

2003 - 190 cm - Bertram Derthona Tortona - Guardia

Alfredo Boglio è un giocatore che in una competizione del genere può fare la differenza. Il classe 2003 è una guardia che può ricoprire sia lo spot di 1 che di 2, difficile da arginare quando “in striscia”. Non ha particolari istinti da playmaker ma è comunque abbastanza solido in quella posizione. La sua abilità principale è nel gioco in 1 contro 1, attaccando il ferro con continuità nonostante i mezzi fisici non eccelsi. Nel corso della sua carriera giovanile, Boglio ha giocato per ABA Legnano, A|X Milano e Stellazzurra Roma, prima di approdare nel novarese. Tortona conta sul suo talento e sui suoi lampi di classe per esordire nel migliore nei modi anche alla IBSA Next Gen Cup.

Nicola Berdini

2003 - 185 cm - Umana Reyer Venezia - Playmaker

Nicola Berdini è uno dei reduci di quella storica Next Gen Cup conquistata nell’ormai lontano 2020 a Pesaro. Da allora, Nicola ha prima lasciato il Veneto per accasarsi a Biella, per poi andare a Ravenna nell’estate scorsa. Berdini è uno degli under più utilizzati del campionato di Serie A2 (18 minuti di media sul parquet). In attacco sa segnare da qualsiasi distanza ed è dotato di un’ottima struttura fisica per la taglia: gambe esplosive e petto robusto. La potenza nella parte inferiore del corpo lo rende pressoché inarrestabile quando gioca in 1 contro 1 sul perimetro. In più, Berdini è in grado di creare un tiro per sé o per i compagni anche da situazioni di gioco rotte, ricorrendo rapidamente al pick&roll. La maggior parte delle iniziative della sua Umana Reyer Venezia partiranno dalle sue mani.

Mahamadou Diarra

2005 - 206 cm - Dolomiti Energia Trentino - Centro

Diarra è uno dei giocatori più atletici dell’intero panorama cestistico giovanile italiano. Anch’egli si è esibito all’ANGT Varese giocando agli ordini di Coach Spanoulis. Lungo atipico, molto esile con i suoi 206 centimetri e un’apertura di braccia praticamente infinita e che arriva un po’ dappertutto: servito in movimento Mahamadou è pressoché infermabile. Al momento non ha una dimensione perimetrale e il suo gioco dovrebbe essere limato. Tuttavia, l’energia che mette in campo è tale da compensare alcune delle sue lacune tecniche.

Saliou Niang

2004 - 201 cm - Fortitudo Academy 103 - Guardia/Ala Piccola

Dopo una stagione travagliata a causa di infortuni, Saliou Niang è pronto a rilanciarsi proprio nella competizione che due anni fa lo collocò sui radar delle grandi squadre. Originario del Senegal, Niang ha una agilità fuori dal comune, così come è impressionante la coordinazione di cui è dotato negli spazi stretti. È un ottimo giocatore di 1 contro 1 e dotato di un ampio repertorio tecnico. Il ball-handling e la pulizia del suo gioco possono ancora miglioramenti ma il potenziale è da leccarsi i baffi. Molto attivo sulle linee di passaggio in difesa grazie al mix di versatilità e atletismo, Saliou è un giocatore dalla doppia dimensione che potrà essere determinante per le sorti della Fortitudo.

TAGS
LBA 4 YOU

SCARICA L'APP.
SCOPRI I CONTENUTI
ESCLUSIVI.

Scarica la App su Apple Store
Scarica la App  da Google Play
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner