NEWS

News

Vanoli Cremona, alla scoperta di Malik Dime: “Dobbiamo restare uniti. Pasta e pizza i miei piatti italiani preferiti”

Vanoli Cremona, alla scoperta di Malik Dime: “Dobbiamo restare uniti. Pasta e pizza i miei piatti italiani preferiti”

La storia del centro senegalese dei lombardi è stata raccontata su “La Provincia”

Il centro senegalese Malik Dime è stato protagonista di un approfondimento a cura di Giorgio Gandolfi su “La Provincia”. Il lungo viaggio che lo ha allontanato dalla nativa città di Dakar è iniziato a Columbus nell’Ohio, dove viveva la madre e in cui ha frequenta­to la scuola media, per poi tra­sferirsi alla New Hope Chri­stian Academy nel North Ca­rolina. "Questa esperienza è stata importante per la mia crescita, sia come persona, che cestistica. Giocavamo infatti contro le squadre delle miglio­ri scuole medie" racconta.

Successivamente si è mostro in mostra soprattutto a­lla Washington Uni­versity di Seattle. Sotto la guida di Lorenzo Romar, Dime mostra tutto il suo valore anche a livello universitario: “Coach Romar è stato per me un mentore dal punto di vista tecnico, ma anche umano, perché si prende veramente cura dei giocatori, anche al di fuori del campo. Inoltre, a Wa­shington ho potuto giocare ac­canto a giocatori che militano nell'Nba, come Markelle Fultz degli Orlando Magic, Matisse Thybulle dei Philadelphia 76ers, Dejounte Murray dei San Antonio Spurs e Marquese Chriss dei Dallas Mavericks”.

Dopo una breve apparizione in G-League, Dime comincia a girare il mondo giocando nell’ordine in Bo­snia, Finlandia, Bulgaria, Venezuela, Ucraina, Grecia, Spagna, Israele ed infi­ne in Italia: "Giocare in Spagna ad Andorra, è stata la miglior esperienza. Mi sono trovato in un grande e organizzato campionato, confrontandomi con squadre spagnole, che giocano anche in Eurolega, come Real Madrid, Barcellona e Basko­nia, come anche ho fatto un'e­sperienza europea disputando l’Eurocup”.

Tutti questi continui cambi di squadra non lo hanno comunque mai messo in difficoltà: “Quando giunsi negli Stati Uniti parlavo già bene l'inglese, l'adattarmi al cibo nei vari Paesi non è stato un problema, e ancor più in Italia, perché adoro la pasta e la pizza. L'unico aspetto che mi è sempre mancato il clima caldo del Se­negal. Per quanto riguarda la Vanoli, pur in un momento difficile, dobbiamo continuare a stare uniti, giocare di squadra e con grande energia e grinta”.

LBA 4 YOU

SCARICA L'APP.
SCOPRI I CONTENUTI
ESCLUSIVI.

Scarica la App su Apple Store
Scarica la App  da Google Play
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner